.

Guerra e Resistenza sull'Appennino umbro-marchigiano. Problematiche e casi di studio
da Giovedì, 14 Maggio, 2015 - 15:00 a Venerdì, 15 Maggio, 2015 - 18:00
Pietralunga - Fabriano
 
Nell’ambito delle iniziative per il 70esimo anniversario della Resistenza e della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo, l’Istituto per la storia dell'Umbria contemporanea (Isuc), l’Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione nelle Marche (Irsmlm), il Comune di Pietralunga e il Comune di Fabriano, con il patrocinio dell’Istituto nazionale per la storia del movimento di liberazione in Italia (Insmli), organizzano il convegno Guerra e Resistenza sull’Appennino umbro-marchigiano. Problematiche e casi di studio
 
I lavori saranno aperti alle ore 15,00 di giovedì 14 maggio 2015 dal Sindaco di Pietralunga Mirko Ceci e dal Presidente Isuc Mario Tosti presso la Sala Convegni del Museo Ornitologico “Silvio Bambini” (Pietralunga - loc. Candeleto) e proseguiranno per tutta la giornata di venerdì 15 maggio presso la Biblioteca Multimediale “Romualdo Sassi” di Fabriano (l.go San Francesco 1/B) dopo i saluti del Sindaco di Fabriano Giancarlo Sagramola e del Presidente Irsmlm Massimo Papini. 
 

Approssimandosi la conclusione del triennio di celebrazioni per il 70° anniversario della Resistenza e della Liberazione dal nazifascismo, Isuc e Irsmlm intendono, con questo appuntamento, continuare il rapporto di collaborazione iniziato nella primavera 2011. Da allora i due Istituti, con la collaborazione anche degli Archivi di Stato di Ancona e Perugia, hanno iniziato a riflettere sulla necessità di aprire una nuova fase di studio comune sul periodo della Seconda guerra mondiale e della Resistenza lungo la fascia appenninica che segna il confine fra Umbria e Marche, intendendo le montagne come luogo di scambio e comunicazione, come una linea frastagliata che non divide ma unisce realtà territoriali, sociali ed economiche per molti aspetti analoghe, come dimostrato anche dal formarsi di brigate partigiane che operavano insieme sia nel versante umbro sia in quello marchigiano dell’Appennino, come d’altronde al sud della regione nei versanti umbro e laziale (Norcia, Cascia, Leonessa, Rieti).
La prima occasione di incontro fra studiosi ed esperti si è tenuta a Fabriano nell’ottobre 2011, con il seminario La guerra sull’Appennino umbro-marchigiano 1940-1944. Fonti e prospettive di ricerca, i cui atti sono stati pubblicati – con titolo omonimo – nel 2013 a cura di Silvia Bolotti (Irsmlm e Archivio di Stato di Ancona) e Tommaso Rossi (Isuc). La finalità di questo primo appuntamento era di fare il punto della situazione a livello di acquisizioni storiografiche, bibliografia esistente, documentazione archivistica disponibile (considerando anche le recenti acquisizioni da parte dei due Archivi di Stato) e, naturalmente, le prospettive su cui basare il successivo lavoro di analisi storiografica comune.
Una seconda tappa si è svolta nel novembre 2013, sempre a Fabriano, con il convegno Raccontare la guerra. L’area umbro-marchigiana. 1940-1944, di cui sono in corso di stampa gli atti a cura di Fabrizio Scrivano (Università di Perugia). Qui, come evidente dal titolo, si è voluto allargare l’orizzonte dalla documentazione storica primaria ad altre tipologie di fonti, come diari e memorie, letteratura e musica.
I propositi enunciati nel 2011 e perseguiti negli anni successivi dagli studiosi coinvolti, trovano un logico compimento nel convegno che qui si presenta. Non più, quindi, un esame delle fonti esistenti ed utilizzabili, ma i frutti di ricerche compiute in questi ultimi anni in relazione all’area appenninica umbro-marchigiana. Si intende così proporre un significativo passo avanti nelle ricerche e nella storiografia, sia in tematiche già affrontate (nascita e operatività delle formazioni partigiane, operazioni antipartigiane, “guerra ai civili”, sistema concentrazionario fascista fra Umbria e Marche) sia in questioni generalmente solo sfiorate, affrontate in studi eccessivamente localistici o addirittura finora eluse (sfollamento, analisi socio-economica fra guerra e Resistenza, alcuni interessanti casi di studio).
Il tutto, come nelle originarie intenzioni, affrontato non ciascuno dalla propria angolazione ma in un’ottica di contiguità territoriale e comunanza di impegno scientifico e professionale nelle sessioni “Guerra, Resistenza e territorio”, “La Resistenza” e “Casi di studio”, secondo il seguente programma:
 
 
 
giovedi 14 maggio 2015 - ore 15,00
Pietralunga - loc. Candeleto
Sala Convegni del Museo Ornitologico “Silvio Bambini” 
 
Saluti 
Mirko Ceci, Sindaco di Pietralunga
Mario Tosti, Presidente Isuc
 
I sessione  - Guerra, Resistenza e territorio
 
Coordina
Marcello Flores (Insmli)
 
Interventi
 
Paolo Raspadori (Università di Perugia), L’economia di guerra in Umbria tra 1940 e 1944
Lutz Klinkhammer (Istituto storico germanico di Roma), La guerra tedesca in Italia e il ruolo dell’Appennino
Dino Renato Nardelli (Isuc) e Costantino Di Sante (Storico), Prigionieri di guerra e internati civili sull’Appennino umbro-marchigiano prima e dopo l’8 settembre
 
Pausa caffè
 
Luciana Brunelli (Isuc), Guerra, territorio e sfollamento
Giancarlo Pellegrini (Università di Perugia), La Resistenza nella parte settentrionale dell’Appennino umbro-marchigiano
 
Dibattito
 
venerdì 15 maggio 2015 - ore 9,30
Fabriano - l.go San Francesco 1/B
Biblioteca Multimediale “Romualdo Sassi”
 
Saluti 
Giancarlo Sagramola, Sindaco di Fabriano
Massimo Papini, Presidente Irsmlm
 
II sessione - La Resistenza
Coordina
Mario Tosti (Presidente Isuc)
 
Interventi
 
Ruggero Giacomini (Irsmlm), La Resistenza nella parte centrale dell’Appennino umbro-marchigiano
Tommaso Rossi (Isuc), La Resistenza nella parte meridionale dell’Appennino umbro-marchigiano
 
Pausa caffè
 
Angelo Bitti (Dottore di ricerca Università della Tuscia), Operazioni antipartigiane e guerra ai civili
Chiara Donati (Irsmlm), Lo stragismo nazifascista nelle Marche
 
Dibattito
 
Pausa pranzo
 
III sessione - ore 15,00
Casi di studio
 
Coordina
Massimo Papini (Presidente Istituto storia Marche)
 
Interventi
 
Terenzio Baldoni (Irsmlm), L’attacco al treno di Albacina
Simone Massacesi (Irsmlm), Il caso di Goffredo Baldelli
Matteo Petracci (Irsmlm), Stranieri sull’Appennino
Ruggero Ranieri (Fondazione Ranieri di Sorbello), Il rapporto con gli Alleati e le vie di fuga
 
Dibattito
 
 
 
Per informazioni
 
Isuc (Istituto per la storia dell’Umbria contemporanea)
p.zza IV Novembre, 23 - 06123 Perugia
tel. 075 576.3020   fax 0755763078 
isuc@crumbria.it 
 
Irsmlm (Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione nelle Marche)
Via Villafranca, 1 - 60122 Ancona
tel./fax 071.202271   tel. 071.2071205
 
Segreteria del convegno
Stefano Ceccarelli