.

Data di nascita: 
02/11/1870
Luogo di nascita: 
Perugia
Data di morte: 
23/11/1947
Luogo di morte: 
Assisi
Titolo di studio: 
Laurea
Professione: 
Avvocato
Orientamento politico: 
Sinistra
Mandati: 
da 13/10/1946 a 04/10/1947
Comune: 
Assisi
Partito politico: 
Partito socialista di unità proletaria
Biografia: 

Nell’esercizio della sua professione difende gli umili e i perseguitati politici. Nel 1914 viene eletto consigliere provinciale e quindi deputato per il collegio Perugia I nel 1919 e nel 1921. Alla Camera presenta numerose interpellanze e interrogazioni sulle violenze fascista. Nel 1920 è eletto amministratore del Comune di Perugia e poi presidente del Consiglio provinciale.
Difende i contadini che chiedono il rinnovo dei patti colonici e subisce così diversi assalti alla propria abitazione e al suo studio. Si trasferisce quindi a Roma e poi a Terni. Sebbene avesse abbandonato l’attività politica nel 1926 viene condannato a cinque anni di confino a Ustica, dove conosce Gramsci, Nenni e Pertini. Nel 1927, accogliendo infine il suo ricorso, il confino viene commutato in diffida e così torna a Terni e riprende l’attività di avvocato, sia pur sotto stretta sorveglianza fino alla fine del 1942. A causa dei danni subiti dall’ abitazione e dallo studio durante il bombardamento dell’11 agosto 1943, torna ad Assisi e dopo la Liberazione riprende l’attività politica. Nel 1945 declina la proposta di partecipare come ministro nel governo di Ferruccio Parri ma poi accetta la candidatura alle elezioni amministrative. Viene quindi eletto sindaco il 26 ottobre 1946 a seguito delle elezioni del 13 ottobre per la lista Concentrazione repubblicana al cui interno erano presenti socialisti, comunisti e repubblicani. Ricopre però tale carica per un solo anno: le sue precarie condizioni di salute infatti lo costringono a rassegnare le dimissioni il 4 ottobre 1947, sostituito dal compagno di partito Sebastiano Veneziano.
Durante il suo mandato concentrò gli sforzi dell’amministrazione sui lavori pubblici, sull’edilizia e sulla ripresa dell’artigianato. Ottenne la parificazione statale del liceo classico Properzio. 

Fonti: 

Giuseppe Sbaraglini, https://storia.camera.it/deputato/giuseppe-sbaraglini-18701102/interventi (consultato il 28 aprile 2021).
Valentina Marini, Sbaraglini Giuseppe, http://www.antifascismoumbro.it/personaggi/sbaraglini-giuseppe (consultato il 28 aprile 2021).
Arcangelo Papi, Le amministrazioni civiche di Assisi dal dopoguerra ad oggi, 8 gennaio 2014, http://misteridiassisi.it/le-amministrazioni-civiche-di-assisi-dal-dopoguerra-ad-oggi/ (consultato il 28 aprile 2021).
Pio de Giuli, Giuseppe Sbaraglini sindaco di Assisi. Giornata della memoria, dibattito e testimonianze, 15 giugno 2017, http://www.terrenostre.info/new/2017/06/giuseppe-sbaraglini-sindaco-di-assisi-giornata-della-memoria-dibattito-e-testimonianze/ (consultato il 28 aprile 2021).
Ministero dell'Interno, Archivio storico delle elezioni, Microfilm elettoraleElezioni comunali 1946Assisi.
Albo degli amministratori emeriti del Comune di Assisi dal 1902 a oggi, http://www.comune.assisi.pg.it/amministrazione/consiglio-comunale/albo-degli-amministratori-emeriti-del-comune-di-assisi/ (consultato il 30aprile 2021).
Sbaraglini Giuseppe, voce biografica, in Alberto Malatesta, Ministri, deputati e senatori dal 1848 al 1922, vol. III, Tosi, Roma 1946, p. 114
Guglielemo Giovagnoni, Giuseppe Sbaraglini: biografia di un avvocato socialista umbro, Tesi di laurea, Università degli studi di Perugia, Facoltà di Scienze politiche, a.a. 1984-1985.
Umbria. I sindaci. Gli stemmi, introduzione di Enrico Sciamanna, Petra, Bastia Umbra 2002, p. 27.
Renato Covino, Partito comunista e società in Umbria, Editoriale umbra, Foligno 1994, pp. 9, 17, 23, 34.
Franco Bozzi, Storia del Partito socialista in Umbria, Era nuova, Ellera Umbra (PG), 1996, pp. 53, 63, 65-67, 76, 90, 93-94, 96-97,103-105, 107, 115, 139-140, 175, 182.
Guglielemo Giovagnoni, Giuseppe Sbaraglini e il socialismo francescano, Era Nuova, Perugia 1997.
Tra Comuni e Stato. Storia della Provincia di Perugia e dei suoi amministratori dall’Unità ad oggi, a cura di Mario Tosti, Quattroemme, Perugia 2009. pp. 133-134.
Alberto Stramaccioni, Storia delle classi dirigenti in Italia. L'Umbria dal 1861 al 1992, Città di Castello, Edimond 2012, pp. 161, 181, 193-194, 20-207, 214, 216, 222-225, 239, 288, 347, 381.

 

Continua la ricerca

(anche solo iniziale del cognome)